Pescina/terzo giorno. Sta arrivando il trequartista Elio Calderini, ex Aprilia, 17 reti nelle ultime due stagioni in C2

Elio Calderini in una fase di gioco di Aprilia-Salernitana (1-1)

Arriva in ritiro a Pescina nel pomeriggio Elio Calderini, centrocampista offensivo, tra i punti di forza dell’Aprilia nelle ultime due stagioni. Un ragazzo che potrebbe essere molto utile alla causa del progetto Cosenza di Roberto Cappellacci e Ciccio Marino.

Classe 1988, nato a Città di Castello (Perugia), il suo ruolo è il trequartista, il classico numero ’10′, ma può giocare anche da attaccante esterno e seconda punta. Potrebbe essere insomma il terzo attaccante di un 4-3-3 con Mosciaro e Alessandro.

Ha un gran fisico, che ricorda un po’ quello di Guadalupi, ottime qualità tecniche e atletiche e segna tanto.

Nelle ultime due stagioni è stato il fiore all’occhiello dell’Aprilia: 31 presenze e 9 reti nel 2011-12 e 29 presenze e 8 reti nella stagione scorsa. Sempre in Seconda Divisione. Tra i migliori trequartisti della categoria, Cappellacci lo conosce molto bene e ne ha caldeggiato l’arrivo a Pescina.

Proveniente dal Frosinone, Calderini inizia la sua carriera nel settore giovanile della Juve Stabia, per poi passare al Perugia nel periodo del fallimento della società umbra, cambia maglia e passa alla Flaminia Civita Castellana, in Serie D, dove realizza 10 reti in 34 presenze. Nell’annata successiva Calderini si riaffaccia nei campionati professionistici. Con il Foligno, in C1, mette a referto 19 presenze e 5 gol e si rivela al grande palcoscenico del calcio. Poi gioca in Seconda Divisione, in forza alla Sangiovannese, con cui colleziona 25 gettoni di presenza e 4 gol. Ma le sue due migliori stagioni sono senza dubbio le ultime, con la maglia dell’Aprilia.  

Qualche anno fa si sono interessate a lui Fiorentina e Sampdoria.

Partner

Campagna abbonamenti 20014-15